Investire con Fineco: vantaggi e svantaggi

Investire con Fineco

Fineco è stata una delle prime banche online italiane ed ancora oggi è tra i leader del settore. Fondata nel 1999, Fineco è quotata alla borsa di Milano con la sigla FBK e fa parte dell’indice FTSE MIB. Fino al 2019 il gruppo UniCredit era l’azionista di controllo con il 35% delle quote, mentre ormai le azioni Fineco sono distribuite sul mercato senza un azionista di controllo.

Fineco offre diversi servizi, tra cui un conto corrente online, mutui, trading, investimenti e consulenza finanziaria.

Investire con Fineco conviene? Per rispondere a questa domanda andiamo a vedere quali sono i suoi principali punti di forza e di debolezza.

Iniziare a fare trading con Fineco

Per iniziare a fare trading o a investire con Fineco bisogna innanzitutto aprire un conto corrente. Infatti, non è possibile fare trading senza prima aver aperto un conto corrente. Dopodiché si potrà aprire un conto trading, quello che Fineco chiama dossier titoli.

Il conto Fineco è disponibile in Italia e nel Regno Unito. Il processo di apertura del conto è abbastanza semplice e si può fare interamente online. Se preferisci, invece, potrai aprire il conto per telefono o tramite un Personal financial advisor.

Fare trading con Fineco: i pro e i contro

Fineco è una delle piattaforme leader in Italia sia per trader esperti, sia per principianti che magari vogliono crearsi una piccola rendita passiva acquistando ETF. Andiamo a vedere i principali tre pro e tre contro di investire con Fineco.

Vantaggio #1: Ampia selezione di prodotti

Fineco ha un’ampia selezione di prodotti, in particolare azioni sia italiane che estere, CFD ed ETF. Di seguito la lista di tutti i prodotti disponibili:

  • Azioni italiane
  • Azioni estere
  • Obbligazioni
  • Futures
  • Opzioni
  • CFD
  • ETF
  • Fondi
  • Certificati
  • Covered warrants

Su molti titoli azionari Fineco offre la marginazione, con una leva massima di 50 volte il capitale investito. Prima di utilizzare questo servizio consigliamo di fare molta attenzione, soprattutto ai meno esperti, in quanto si tratta di un tipo d’investimento rischioso che può fare guadagnare o perdere tanti soldi in poco tempo. Per scoprirne di più, puoi leggere come funziona la leva finanziaria sulla nostra enciclopedia.

Vantaggio #2: Sito ed app ben fatti e facili da usare

Con Fineco puoi comprare e vendere azioni sia dal sito, sia dall’app per smartphone. Pur offrendo moltissime risorse, Fineco ha un design abbastanza semplice da utilizzare anche per principianti.

Uno dei fattori che differenziano Fineco da altre piattaforme o app di trading è la quantità di informazioni e analisi di mercato a cui dà accesso, oltre ad una serie di corsi formativi totalmente gratuiti.

Vantaggio #3: Piattaforma PowerDesk per trading attivo

La piattaforma di trading PowerDesk è una delle migliori in Italia per fare trading attivo. Ciò che ha in più rispetto alla versione base del sito sono una serie di indicatori e di grafici molto utili per l’analisi tecnica, tra cui:

  • Best & worst: Ranking dinamico e automatico di tutti gli strumenti aggiornato secondo performance, volumi e controvalori
  • PowerChart: grafici con indicatori di analisi tecnica (indicatore Ichimoku, candele Heikin Ashi, etc.)
  • Serie storiche fino a 30 anni

Svantaggio #1: Costi elevati

Arriviamo al principale punto debole di Fineco: i costi elevati. Fare trading con Fineco ha dei costi superiori rispetto a quasi tutti gli altri broker, soprattutto per il trading di azioni.

Per i primi due mesi dall’apertura del conto, ogni transazione costa €9,95, dopodiché le commissioni dipendono da quante transazioni fai e dall’importo totale del tuo portafoglio. In base a questi fattori, le commissioni sul trading di azioni vanno da un minimo di €2,95 ad un massimo di ben €19 per eseguito!

Va sottolineato che per i giovani sotto i 30 anni Fineco applica le commissioni della fascia più bassa (€2,95 per eseguito), a prescindere dal numero delle transazioni effettuate o del valore del portafoglio.

Svantaggio #2: Criptovalute non disponibili

Tra i tanti prodotti disponibili su Fineco non ci sono ancora le criptovalute. Se fossi interessato ad investire in criptovalute ti consigliamo di dare un’occhiata alle nostre recensioni per trovare il broker di criptovalute più adatto a te!

Svantaggio #3: Per fare trading devi aprire un conto corrente Fineco

Come anticipato in precedenza, per fare trading con Fineco bisogna prima aprire un conto corrente Fineco. Il conto corrente ha un canone mensile di €3,95. Questo canone può essere azzerato utilizzando alcuni servizi della banca, tra cui il deposito dello stipendio o della pensione.

A chi conviene investire con Fineco?

Fineco è un ottimo broker, tra i migliori in Italia. Dati i costi elevati, non te lo consigliamo se sei alle prime armi e vuoi fare piccole transazioni sporadiche. Le commissioni finirebbero per mangiarsi gran parte del tuo capitale.

Lo consigliamo invece a chi ha un capitale significativo da investire o a chi vuole fare trading attivo sulla piattaforma PowerDesk.